Lezione-concerto di campanine all’Oratorio di Peia

Dopo le esperienze positive maturate a Leffe e a Casnigo, i giovani delle scuole campanarie della Federazione Campanari Bergamaschi fanno tappa all’Oratorio di Peia, grazie all’interessamento e alla disponibilità di Don Giulivo Facchinetti, anch’egli campanaro in gioventù. Domenica 29 gennaio gli allievi campanari incontreranno le famiglie per seguire brani, raccontare la tradizione, stimolare le generazioni future del paese della Valgandino alla curiosità verso uno strumento plurisecolare nato dalla cultura popolare e restituito alla stessa tramite progetti d’incontro e condivisione della musica tradizionale. Le campanine, vetrofoni e metallofoni popolari costruiti e impiegati dagli stessi campanari per esercitare i brani che vengono eseguiti ‘di allegrezza’ o ‘ carillon’ in cima al campanile nei giorni di festa, divengono mezzo semplice e creativo per fare attività musicale di gruppo, educare al rispetto nel produrre musica d’insieme, svolgere attraverso le campane un servizio per le singole comunità parrocchiali.

I nostri ragazzi di Leffe hanno più volte suonato sui campanili di Peia, in particolare su quello della parrocchiali tramite computer. L’obiettivo del progetto è di far sì che nascano nuovi campanari anche a Peia e che con il tempo si possa recuperare l’uso della tastiera a e delle corde sullo splendido concerto di dieci campane.

Appuntamento per domenica 29 gennaio per ascoltare e provare a suonare, avvicinandosi a un suono antico quanto innovativo nelle modalità esecutive, nel pieno rispetto della tradizione.

Pubblicato: 20 gennaio 2012Tags: , , , , , , , ,