Cronache campanarie: incontro a Osio Sotto per le scuole campanarie

00

Ricco incontro all’oratorio di Osio Sotto sabato 22 febbraio 2019 per le scuole campanarie di Scanzo, Sorisole e Val Fondra. Pomeriggio articolato in tre momenti, con un incontro tenuto da Don Ilario Tiraboschi sul valore del suono delle campane e della musica all’interno della fede. Una riflessione in note ascoltando il Credo della Missa Cellensis di Franz Joseph Haydn. In ascolto guidato, di cui alleghiamo l’intero file audio, e che è servito per mettere in rilievo i tratti fondamentali della fede cristiana evidenziando come la musica sappia, con le forme più complesse e articolate, dare colore e senso alla parola. Ilario Tiraboschi ha speso parole di vivo apprezzamento per l’opera svolta dall’associazione e dai giovanissimi invitandoli a fare dell’ascolto della musica e della parola uno dei punti fondamentali della crescita personale. Don Ilario ha sottolineato come non si possa essere veri musicisti se non si sa ascoltare proprio perché la dimensione dell’ascolto, dal silenzio al suono, sono momenti chiave per comprendere l’altro e il messaggio dell’altro e per poter trasfondere in musica quello che noi viviamo.

02ok

Incontro decisamente riuscito e partecipato da un pubblico eterogeneo composto da adulti, genitori, ragazzi e bambini che formano l’ossatura della nostra associazione nella rappresentanza delle tre scuole citate. Alle 18:00 Santa Messa presso la Chiesa Parrocchiale di San Zenone celebrata dallo stesso Don Ilario e animata dal suono delle campanine dei ragazzi presenti, che hanno eseguito Gloria, Alleluia, un motivo religioso durante l’offertorio e, a chiudere, La squilla di sera, unitamente al canto dell’assemblea. In serata cena conviviale presso l’oratorio con vivace partecipazione dei bambini e la presenza di alcuni dei campanari storici della nostra Federazione. Suono di campanine, chitarra, fisarmonica e canto, ingredienti che nel corso degli anni hanno sempre caratterizzato i momenti di festa dell’associazione e che esprimono la continuità di esperienze diverse attorno a una sensibilità comune.

03ok

La progressiva trasversalità biografica dei membri della nostra Federazione provano come la continuità del progetto di riscoperta musicale nel corso della generazione possa essere da continuo stimolo per future scoperte e rilancio. La presenza della Federazione Campanari Bergamaschi a Osio Sotto e ormai testimoniata da anni grazie alla presenza di Don Ilario con alcuni importanti iniziative da sottolineare: ricordiamo la rifusione della campana minore del concerto di dieci bronzi, gli incontri per la Federazione tenuti nel corso di questi anni, momenti di socialità e crescita comunitaria, l’organizzazione di diversi concerti campanari che si tengono nel corso dell’anno per celebrare le solennità e di concerti di campanile in occasione della solennità locale di San Donato.

18

In ultimo, a breve, la sistemazione della tastiera e del relativo gioco a festa per poter migliorare l’agibilità del suono sul concerto di maggiori dimensioni che la diocesi di Bergamo possa attualmente annoverare. Un sincero grazie a Don Ilario per l’amicizia e la dedizione manifestata verso la Federazione Campanari Bergamaschi. Allo stesso modo, un sentito grazie a tutti i genitori e i ragazzi che manifestano attenzione verso eventi di riflessione di carattere musicale e personale. Infine un grazie a tutti i volontari dell’oratorio che da anni con immutata simpatia si spendono per rendere gli appuntamenti in pianura sempre indimenticabili. Un sincero Grazie infine ai due nostri associati di Osio Sotto, Stefano Foresti e Giacomo Patelli, per quanto stanno dando l’associazione e quanto potranno dare in vista di una possibile costituzione di scuola campanaria locale. Per informazioni sugli incontri tenuti dalla Federazione Campanari Bergamaschi contattare l’indirizzo campanaribergamaschi@gmail.com

Pubblicato: 24 febbraio 2019Tags: , , , , , , , , , ,