Buon Anno Nuovo 2019 a tutti i lettori: un bilancio dell’anno 2018

Cari lettori,

Alla conclusione del 2018 ritengo doverosa una riflessione sulle molteplici attività svolte nell’anno, che ancora una volta confermano l’ampiezza dei progetti svolti nell’ambito del rilancio della tradizione campanaria. In primo luogo segnalo i molteplici servizi svolti nei campanili con un ampliamento delle aree coperte dai nostri associati, in particolare con il ritorno al suono nei campanili in cui è stato ripristinato il doppio sistema o automatizzato con restauro del sistema manuale (Brembate e Valnegra).

cover-arenzano

Ai servizi campanari di carattere eminentemente religioso si accompagnano i concerti svolti su castello mobile che hanno rafforzato e divulgato ulteriormente la conoscenza del patrimonio orale del suono delle campane in territori dove si attendono ancora azioni di riscoperta articolate. Il castello mobile svolge la funzione di strumento che illustra quanto accade sul campanile sebbene la sede principe dove la tradizione va mantenuta è proprio quella della torre campanaria stessa. La struttura mobile ha tuttavia consentito di poter avvicinare non appassionati e ampliare il raggio d’azione territori con progetti di divulgazione e ripresa del suono. Accanto a questo segnaliamo l’importanza dei concerti di campanine, che in quest’anno hanno avuto testimonianza importanti nuovi come Arenzano e Bologna accanto a concerti che vengono svolti sul territorio e di particolare prestigio, tra cui vale la pena segnalare il monastero di Santa Grata delle Suore di Clausura in Bergamo Alta.

demy

In merito alla divulgazione colta segnalo due interventi svolti nella città di Brescia con l’intervento dei nostri stessi associati. Per quanto concerne l’attività delle scuole, va segnalato che è davvero notevole il progetto di crescita dei nuovi suonatori che si sono avvicinate alla Scuola Campanaria di Scanzo, unitamente alla nascita e al progressivo consolidarsi della giovanissima scuola di Sorisole natura composita fatta di adulti giovani di bambini sta dimostrando una positiva azione di riscoperta sul territorio con l’attività svolta in oratorio con le campanine e le attività svolte sul campanile anche a seguito il ripristino della tastiera per il suono manuale delle campane, accanto alle corde da sempre esistenti. Per quanto concerne il lato delle pubblicazioni, ricordiamo la pubblicazione di due CD da parte della nostra associazione: il primo dedicato alla riscoperta della tradizione del patrimonio orale di Gandino, autentico patrimonio nel patrimonio che per la prima volta viene presentato in forma articolata in un cofanetto di due cd; il secondo, realizzato dalla Scuola Campanaria di Roncobello, raccoglie pastorali della bergamasca e buona parte del repertorio natalizio britannico e francese sui risuonatori tradizionali.

A tutti i nostri associati e lettori formulo i migliori Auguri di Buon Anno, ringraziando di cuore dell’interesse e dell’impegno che porta la nostra realtà a godere di stima nel mondo del volontariato impegnato sulla valorizzazione dei beni del territorio e delle genti che lo abitano.

Luca Fiocchi

Presidente FCB

Pubblicato: 30 dicembre 2018Tags: , , , , ,