Divulgazione campanaria in Valsassina: video della giornata

Giornata alla riscoperta della tradizione del suono delle campane in Valsassina. Vendrogno, nella frazione di Sanico, ha ospitato la struttura mobile di campane in uso alla Federazione Campanari Bergamaschi per conoscere le tecniche di un suono antico sempre attuale grazie all’opera di numerosi giovani sempre più partecipi agli eventi campanari. Il nostro Michele, campanaro di Brembate Sopra, ha raccontato gli obiettivi della Federazione al numeroso pubblico presente, illustrando le tre fondamentali tecniche sviluppate dal XVIII secolo a oggi in forma assolutamente orale: distesa, allegrezza e romana. Il suono a distesa, attività di gruppo, prevede la costruzione di scale musicali discendenti dalla campana più piccola alla più grossa; le campane prima-terza-quinta-settima e seconda-quarta-sesta-ottava s’intrecciano in scale che formano accordi come illustrato nel video sorto allegato. Il suono d’allegrezza prevede l’esecuzione singola o a quattro mani di brani a carillon di tradizione religiosa o popolare. Il suono alla romana combina le due tecniche con cinque o sei campane piccole a tastiera e quattro a distesa. Tale ricchezza esecutiva viene coltivata nei campanili nei giorni di festa. Dalle squadre campanarie. Un ventaglio di abilità oggi riconosciute come Patrimonio Immateriale delle Regioni Alpine della Lombardia. Ringraziamo per l’iniziativa il sacrista di Calolziocorte Andrea Montarello, i campanari convenuti e i genitori che accompagnano i propri figli. Per informazioni sulle attività divulgative in piazza su castello mobile, contattare l’indirizzo mail: campanaribergamaschi@gmail.com

 

Pubblicato: 31 luglio 2018Tags: , , , , , ,