Cronache campanarie: festa in musica a Belfiore (Branzi)

20180729_133756

Intensa giornata alla riscoperta della tradizione nella contrada di Belfiore, angolo nascosto e incantato nel territorio di Branzi. La festa dedicata al patrono San Pantaleone (275-305 d.C.) è iniziata con la messa celebrata da Don Mario Midali, nativo del luogo. Importante è la testimonianza di San Pantaleone, ha sottolineato il sacerdote bergamasco: medico di origini medio-orientali che ha dato grande prova di fede in occasione delle persecuzioni sotto l’imperatore Diocleziano arrivando, al martirio per decapitazione dopo aver superato miracolosamente plurime esecuzioni. Il culto della figura di San Pantaleone, uomo stimato nel proprio tempo, si è propagato nel corso dei secoli per la sua funzione protettiva nei confronti delle comunità colpite da calamità naturali e degli infermi. Lo stesso Don Mario, ricordando esperienze personali di malattia, ha sottolineato come la figura di San Pantaleone abbia confermato nel corso dei secoli la propria natura protettiva e taumaturgica: testimonianza di ciò è l’abbondante prova di Grazie Ricevute che decorano le pareti della piccola chiesa costruita tre secoli orsono.

05

La Messa, animata nel canto da componenti della Federazione Campanari Bergamaschi, ha avuto come secondo momento significativo il concerto di campanine proposto dagli allievi della scuola della Val Fondra all’esterno della chiesa. Brani della tradizione delle valli bergamasche su campanine in metallo e ottone accompagnate da fisarmonica e chitarra. Al pranzo conviviale ha fatto seguito un vivace pomeriggio di canti popolari, buona parte dei quali accompagnati dalle campanine e da interventi di strumenti della tradizione. Come spesso accade in occasione di questo genere, molta la curiosità da parte dei più piccoli, presenti nel corso di lungo tutto il concerto.

belfiore-01

La parte musicale seguita al momento conviviale ha attratto buona parte dei passanti che dalla strada si recavano alla vivace festa sul fiume e di ritorno. Un sincero ringraziamento agli organizzatori di Belfiore, ai volontari dei cavatori e alla Parrocchia di Branzi per avere proposto il momento musicale con le campanine, occasione per divulgare da vicino uno dei suoni della tradizione sempre vivo e attivo. Un sincero ringraziamento ai genitori dei nostri giovanissimi per il sostegno dato al progetto musicale. Per maggiori informazioni sui concerti di campanine e l’iniziativa delle scuole campanarie, contattare luca.fiocchi@libero.it

Pubblicato: 29 luglio 2018Tags: , , , , , , , , , , , ,