Cronache estive: Successo delle visite guidate a Trabuchello

Grande interesse di pubblico alla visita guidata al campanile di Trabuchello. Lunedì 18 agosto 2014, nelle ore pomeridiane, i villeggianti della Valfondra hanno potuto ammirare il paesaggio da una prospettiva insolita, circondati dai cinque bronzi manuali della chiesa parrocchiale di uno dei centri del comune di Isola di Fondra.

T-martello

L’iniziativa della visita guidata al campanile, promossa dai giovani del luogo in collaborazione con la Federazione Campanari Bergamaschi, si è strutturata in tre momenti fondamentali: la visita guidata alla chiesa (a cura dei volontari locali), la presentazione del progetto di recupero della tradizione campanaria (a cura della FCB con esposizione di pannellature e strumenti campanari), la visita guidata al campanile con suono a tastiera e la possibilità, per i visitatori, di cimentarsi sui tasti del carillon di cinque campane.

 T-pannelli

Notevole l’interesse del pubblico presente proveniente da Milano, Lodi e bassa pianura bergamasca per i sistemi di suono recuperati e trasmessi ai giovani: i visitatori residenti ad Arcene e Pognano hanno mostrato vivo apprezzamento per il progetto di rivitalizzazione del suono delle campane, che trova proprio ad Arcene un recupero importante già in atto da tre anni.

T-campanine

I visitatori lodigiani hanno ricordato la conoscenza diretta per via di parentela di Fausto Bassani, ingegnere bresciano che aveva progettato l’automazione delle campane della Basilica di San Pietro negli anni ’60 del secolo scorso, durante il pontificato dello stesso bresciano Montini. Esperienza totalmente nuova per i villeggianti milanesi, i cui bambini hanno sperimentato con entusiasmo il suono delle campane e delle campanine, risuonatori posti in chiesa per intrattenere i visitatori in attesa di accedere, a piccoli gruppi, alla cella campanaria.

 T-Don-Andrea

Il vivo apprezzamento manifestato dai visitatori conferma la bontà del progetto delle visite guidate al campanile anche in Alta Valle Brembana: partito nel 2001 a Roncobello ed estesosi negli ultimi tre anni a San Martino Oltre La Goggia, vede con Trabuchello guadagnare un nuovo punto di osservazione del paesaggio alpino, dimensione in cui si compenetrano i colori della natura con il suono dei bronzi. Un’esperienza da ripetere e riproporre nei campanili accessibili in cui sono presenti i sistemi di suono manuale delle campane: è senz’altro affascinante visitare una torre campanaria per vedere i bronzi, ma lo è ancor di più cogliere le campane in azione mosse dalla mano dell’uomo e dalle sue conoscenze tramandate da generazioni, ancor più se azionate da giovani promesse del suono della tradizione.

T-Manuel

Un sentito ringraziamento a Patrick Paganoni della Scuola Campanaria di Roncobello, con Manuel Cortinovis (anch’egli della Scuola Campanaria e Consigliere della FCB per la Valle Brembana) per avere promosso l’iniziativa, ai volontari locali per avere guidato i turisti alla scoperta dei tesori nascosti della chiesa e ai villeggianti per avere condiviso l’emozione della rinascita di un suono che si riteneva perduto sino a poco tempo fa.

Pubblicato: 23 agosto 2014Tags: , , , , , , , , ,