Divulgazione campanaria musicale campanaria nella terra del Botticino

Mercoledì 28 maggio, alle 19:30, presso l’Agriturismo di Vallalta di Botticino Sera (Brescia), la Federazione Campanari Bergamaschi presenterà il progetto di riscoperta e rilancio della tradizione campanaria in Lombardia, partendo dal percorso iniziato sulla fine degli anni ’90 in provincia di Bergamo e oggi ai primi passi nella provincia di Brescia, la cui diocesi – che comprende alcuni centri della bergamasca orientale – è stata profondamente martoriata dal fenomeno dell’automazione delle campane con rimozione dei sistemi di suono manuale. La serata verrà introdotta dal Presidente dell’Associazione Ecomuseo Vallalta, Antonio Massarelli, promotore, negli anni Settanta, della prima esperienza eco museale italiana e fondatore dell’Ecomuseo del Botticino. Attualmente l’Ecomuseo Vallalta collabora con l’Ecomuseo PLANUM AQUAE di Padernello, di cui è Sezione Aderente.

 

Campana di Marguzzo del 1540

Campana di Marguzzo risalente al 1540

Interverranno alla serata Luca Fiocchi, presidente della Federazione Campanari Bergamaschi e autore di pubblicazioni editoriali video e cartacee sul rilancio del suono delle campane, membro della Commissione Tecnica per le Campane della Curia Vescovile di Bergamo e ricercatore collaboratore dell’Archivio Etnico di Storia Sociale della Regione Lombardia; la voce sulla conservazione dei beni campanari e il loro restauro e conservazione sarà affidata a Massimo Ziliani, restauratore del legno e autore di importanti restauri conservativi su strutture campanarie ottocentesche della Valle Brembana; l’esperienza del suono delle campane in bresciana vedrà la presenza di Avelino Busi, campanaro di San Gallo di Botticino Sera e memoria storica del suono delle campane sul territorio. Alla voce delle generazioni dei campanari nati tra il 1930 e il 1970 si affiancherà quella di Manuel Cortinovis, classe 1992, attivo campanaro presso la Scuola Campanaria di Roncobello (Valle Brembana-Bergamo), clarinettista e membro della Banda di San Martino Oltre La Goggia, che parlerà del ritorno del suono delle campane tra i giovani. 

Campana di Oneta (Valle Brembana-Bergamo)

Campana di Oneta (Valle Brembana-Bergamo)

Filmati e proiezione di immagini storiche accompagneranno la divulgazione del progetto di condivisione delle consenze e iniziative campanarie, sottolineando i numerosi interventi compiuti dalla Federazione Campanari Bergamaschi in terra bresciana nell’ultimo decennio e la notevole mole di campane antiche scampate a rifusioni e requisizioni belliche, a differenza della diocesi di Bergamo, vittima assoluta di requisizioni di beni campanari antichi. Ricordiamo, in particolare, la promozione del progetto di ripristino del doppio sistema manuale-elettrico sulle campane della Torre Civica di Palazzolo sull’Oglio, i corsi di campanine a Palazzolo e alla Scuola Primaria di Pavone Mella, i concerti di campanine a Pertica Bassa, Vestone, Paitone, Brescia Città (Museo Strumenti Musicali, chiese di San Pietro in Uliveto e Santa Giovanna Antida), Bienno, Paspardo e diverse altre località vallari, che sono divenute occasioni di divulgazione e riproposta per il suono manuale delle campane.

 Per informazioni sulla serata contattare Luca Fiocchi all’indirizzo mail luca.fiocchi@libero.it

Pubblicato: 14 maggio 2014Tags: , , , , , , , , ,