Cronache campanarie. Le campanine di Leffe rinnovano la tradizione

Domenica 8 dicembre 2013, la Scuola Campanaria di Leffe ha presentato il repertorio del suono d’allegrezza con un concerto presso gli spazi del locale C.R.A.L. Un incontro in musica per ascoltare e raccontare un progetto di riscoperta importante, iniziato nel 2001 con una registrazione metodica di tutti i brani depositati nella memoria dei suonatori locali che dal 1796 si sono succeduti sulle celle campanarie delle chiese del paese. Protagonisti dell’esperienza musicale, i giovani di una delle quattro scuole della Federazione Campanari Bergamaschi, guidati da Francesco Bosio, che alterna le campanine allo studio delle percussioni al Conservatorio Gaetano Donizetti di Bergamo. Il gruppo raccoglie allievi dalle scuole elementari alle superiori, con l’obiettivo di promuovere un apprendimento e un suono trasversale nell’età che comprenda e armonizzi diversi livelli di formazione musicale. Il programma offerto dagli allievi e dai maestri del mondo leffese – con la presenza del primo maestro del nuovo corso Michele Nicoli – ha spaziato dalle suonate per cinque campane della Famiglia Pezzoli (storica famiglia dei sacristi del paese) alle melodie per otto campane della tradizione ottocentesca, sino a giungere alle composizioni di secondo Novecento di Luigi Gelmi, Giuseppe Zenoni e Arturo Zenoni – detto Vapore -, autori di brani per dieci campane. Nazzareno Zenoni, figlio dello storico campanaro di Leffe ‘Vapore’, ha accompagnato con la chitarra l’intero programma, confermandosi custode di uno stile di suono di tradizione primo Novecento, caratterizzata da una forte espressività interpretativa cui rieducare i nostri giovani, circondati se non addirittura resi vittime di un ascolto asettico e computerizzato della musica.

Don Giuseppe Merlini accompagna i ragazzi con la chitarra

Il Prevosto Don Giuseppe Merlini accompagna i ragazzi nelle melodie antiche leffesi con il suono della chitarra

Presenti all’evento diversi familiari di campanari scomparsi negli scorsi anni, che hanno sinceramente apprezzato la riscoperta e la conservazione del suono della memoria. Ad essi si è unito il neo Previsto Don Giuseppe Merlini, appassionato chitarrista, che ha accompagnato i ragazzi della scuola campanaria in tre brani tradizionali della Valle Seriana e natalizi. Nella parte conclusiva del concerto l’ex Sindaco di Leffe Gianni Pezzoli, promotore della produzione del CD ‘Suonata serale’ sulla tradizione campanaria di Leffe, ha illustrato al pubblico le finalità della riscoperta della tradizione: grazie all’opera di trascrizione dei brani ritrovati nella memoria dei suonatori di campane, è stato possibile salvare un patrimonio orale altrimenti destinato a cadere nell’oblio.

Leffe-2

Un sincero ringraziamento a tutti i partecipanti, all’amico Nazzareno Zenoni, a Michele Nicoli, al Prevosto Don Giuseppe Merlini e al gruppo di lavoro che sostiene il rilancio del suono delle campane sul territorio.

Clicca qui per accedere a un video riassuntivo del pomeriggio leffese.

Pubblicato: 12 dicembre 2013Tags: , , , , , , , , , , ,