Serata sulla tradizione campanaria. Venerdì 11 ottobre 2013 Sala dei Giuristi

Play

Venerdì 11 ottobre 2013, a Bergamo, presso la Sala dei Giuristi, in Piazza Vecchia (sul lato del Broletto), alle 21:00, serata sulla tradizione campanaria promossa dalla Presidenza del Consiglio Comunale di Bergamo.

Guglielmo Redondi, promotore dei quattro concerti di campane cittadini tra il 2010 e il 2013 in occasione della Solennità di Sant’Alessandro, ha sostenuto la pubblicazione di un breve volume di studi sul recupero della tradizione campanaria in corso in questi anni, intitolato Appunti per una riscoperta della tradizione delle campane. Autore dell’opera è il Presidente della Federazione Campanari Bergamaschi, Luca Fiocchi, che ha condensato in poche pagine un’esperienza molto intensa di analisi e di rilancio della tradizione di un suono altrimenti destinato a spegnersi sotto i colpi di un’automazione devastante dei bronzi e delle relative conseguenze negative derivanti dalla comodità dei computer per campane.

La presentazione del lavoro sarà affiancata dalle riflessioni di Don Gilberto Sessantini, responsabile dell’Ufficio di Musica Sacra della Curia e promotore a sua volta della Commissione Tecnica per le Campane, che illustrerà i risultati ottenuti in questi anni nel campo della tutela dei concerti e del ripristino del suono manuale nella Diocesi di Bergamo. Seguirà il nostro associato Fabio Zenucchi, che assieme ad Alessandro Ravasio ha iniziato un complesso lavoro di ricerca e catalogazione dei bronzi più antichi presenti sul territorio bergamasco: parte di tale lavoro si trova nelle pagine iniziali del volume, proprio per sottolineare come la riscoperta di una tradizione parta dalla consapevolezza dell’entità del bene di cui si va ad agire.

Completerà il panel dei relatori una graditissima presenza dalla Gran Bretagna. Si tratta della campanara Rosemary Hill, nipote del campanaro Stephen Pettman, due volte ospite a Roncobello e nuovamente invitato quest’anno a Nembro per la Solennità dei Santi. Rosemary Hill, che studia attualmente italiano all’Università di Bologna nel quadro del Progetto Erasmus, parlerà della trasmissione della tradizione campanaria dalle generazioni adulte ai giovani inglesi, dei loro sistemi di organizzazione del suono e del supporto associativo. Una terra di 50.000 campanari con campanili interamente manuali che costituiscono un autentico sogno per ogni campanaro di oggi, in costante bilico tra multimedialita e tradizione.

 Per informazioni sulla serata, contattare luca.fiocchi@libero.it o chiamare il 333/68.68.875.

 Clicca qui per ascoltare un’intervista all’autore del libro realizzata dalla studiosa Chiara Bernazzani per conto del nostro archivio sonoro.

Pubblicato: 28 settembre 2013Tags: , , , , , , , , , , , ,