Auguri di Buon Natale a tutti i nostri lettori

Con l’arrivo del Natale si offre ai nostri lettori un momento di riflessione sulle molteplici esperienze che la nostra associazione ha vissuto e proposto in occasione dei dieci anni di attività. Un momento di serenità che vogliamo augurare a tutti i nostri lettori, momento che si intreccia con una situazione estremamente difficile per l’Italia, penalizzata più che mai sul fronte della cultura. I pesanti tagli ai Comuni hanno influito sulla riduzione al minimo delle iniziative atte a mettere in luce i tesori e i patrimoni della nostra eredità orale. Non per questo, la ristrettezza deve farci dimenticare che proprio in condizioni simili, se non ben peggiori, l’arte campanaria è cresciuta e si è sviluppata mantenendo quel tratto di semplicità e stupore che resta, ancor oggi, una via assolutamente vincente.

Le giornate campanarie nei diversi angoli della bergamasca, il concerto di campane per Sant’Alessandro, la pubblicazione del volume sulle campane della Torre Civica di Bergamo, l’inaugurazione delle diciassette campane di Albino, la realizzazione di documentari sull’eredità campanaria delle valli bergamasche, la realizzazione di concerti di campanine in chiese prestigiose d’Italia, restano punti sicuri di uno sviluppo costante delle nostre attività, cui si è sommato l’avvicinarsi di nuovi forze provenienti da ambiti non storicamente affini al mondo delle campane ma che a questo mondo hanno aderito per dare il loro concreto apporto.

Dal punto di vista delle relazioni con gli enti pubblici, la Federazione Campanari Bergamaschi ha rafforzato le collaborazioni con comuni di diverse valli (Bergamo, Leffe, Zogno, Roncobello, Berzo San Fermo), scuole primarie delle province di Brescia e Bergamo (attraverso corsi di formazione per suonatori di campanine a Pavone Mella, Piazza Brembana, Santa Brigida, Dossena), fondazioni amministratrici di beni artistici di primo livello (MIA per il ripristino del ‘doppio sistema’ di suono manuale-elettrico sulle campane della Basilica di Santa Maggiore a Bergamo).

Un’importante novità nata alla fine di quest’anno è lo spazio radiofonico Suoni Campanari: pensato per poter rendere le campane strumento di cultura e arricchimento delle conoscenze attraverso una fonte ascoltabile in tutto il mondo via web, sul PC, tablet o smartphone. La radio si conferma, accanto all’enorme ricchezza di video documentativi, come un supporto che consente di riflettere sul lavoro di ricerca compiuto e di divulgarlo attraverso contenitori nuovi, sul modello delle radio tematiche di qualità che troviamo oggi in Europa.

A tutti noi resta davvero il compito di formulare i nostri più sentiti ringraziamenti per averci seguito in quest’anno in maniera costante e appassionata, apprezzando le proposte musicali che siamo riusciti a confezionare pur nell’assoluta semplicità dello strumento che rappresentiamo, ma coscienti del passato che portiamo nelle nostre mani che suonano e nelle voci che raccontano una storia umile. Il pensiero, nel chiudere la bellissima pagina del 2012, va al Bambino che nasce e rinasce in noi per ricordarci la semplicità e l’immediatezza della nostra missione musicale: incontrare, condividere, stimolare, accompagnare alla riscoperta di un tesoro che vive nella semplicità di chi si accosta a questa musica senza tempo.

Un sincero Buon Natale a Tutti

                                                                                                            Luca Fiocchi

Pubblicato: 17 dicembre 2012Tags: , , , , ,