Il patrimonio musicale della FCB entra nell’archivio della Regione Lombardia

Il patrimonio musicale campanario delle valli bergamasche verrà ufficialmente depositato presso l’Archivio di Etnografia e Storia Sociale della Regione Lombardia. A seguito di un incontro avuto dalla nostra associazione con i responsabili per la tutela del patrimonio popolare e tradizionale della Lombardia, l’Archivio si è mostrato decisamente interessato ad accogliere ed esaminare tutte le iniziative a tutela della tradizione e del patrimonio popolare. Il nostro materiale di ricerca (circa 400 ore di registrazione con interviste a campanari storici, concerti, narrazioni, trascrizioni su pentagramma di 300 brani per campane a tastiera di Valle Seriana, Brembana e pianura) verrà depositato presso il R.E.I.L. (Registro delle Eredità Immateriali Lombarde). Attraverso un ricco database della Regione, sarà possibile inserire tutti i dati del patrimonio campanario da condividere con altre esperienze di ricerca, non solo incentrate sul mondo delle camoane, ma sulla cultura territoriale in generale.

Il progetto ha avuto un motore importante nella legge regionale della Regione Lombardia 27 del 23 ottobre 2008, incentrata sulla valorizzazione del patrimonio culturale immateriale. La raccolta del materiale viene colta come un’occasione per mettere a disposizione del cittadino e del ricercatore delle fonti di conoscenza sulla storia del territorio in cui vive, per riscoprire il passato e le radici culturali e musicali della terra lombarda. In questo le campane possono giocare un ruolo decisamente rilevante, essendo da sempre collante tra mondo religioso e civile, tra festa e compianto, tra Chiesa e Territorio.

Pubblicato: 12 aprile 2011Tags: , , , , , , , , , , ,