Cronache campanarie. Giornata in amicizia a Foresto Sparso

Giornata ricca di emozioni quella di sabato 14 dicembre 2013 a Foresto Sparso, in Valle Calepio, in occasione della cena annuale della Federazione Campanari Bergamaschi. Al suono a distesa in occasione dei sessant’anni delle campane fuse nel 1953 hanno eco, durante la Santa Messa, le parole del parroco Don Davide. ‘Le campane sono voce di Dio’, ha affermato nel corso della sua omelia, ‘e tale ruolo deve condurre tutti i battezzati a confermare in ogni momento la propria adesione a Dio’. In merito al Mistero del Natale, che ci avvolge in questo tempo, dobbiamo guardare a Maria come donna che ha accolto il dono dell’Incarnazione: il segno mattutino dell’Ave Maria, come quello dell’Angelus del mezzogiorno e il suono serale, devono richiamarci a contemplare il ruolo di Maria proprio grazie alle campane. Il Natale, nelle parole dello stesso Don Davide, non deve diventare una tradizione unicamente musicale ma essere testimonianza autentica di fede.

Foresto-2

Al termine della Messa, dopo il suono delle campane a distesa, i rappresentanti della FCB si sono trasferiti nella locale sede degli alpini, dove nel corso della cena, contemporaneamente al tesseramento per l’anno 2014, ha trovato spazio la musica con le campanine e il canto tradizionale. Un momento d’intensa partecipazione nella più assoluta semplicità per trovare il significato dell’essere gruppo e dello stare insieme in amicizia, ingrediente fondamentale dell’amicizia in musica.

Foresto-3

 Grazie a tutti gli associati che hanno partecipato alla serata, agli alpini di Foresto e a Don Ilario Tiraboschi per la sua fisarmonica.

Foresto-4

 Clicca qui sotto per vedere alcuni spezzoni dei filmati realizzati durante la serata di sabato 14 dicembre.

Filmato-1

Filmato-2

Pubblicato: 16 dicembre 2013Tags: , , , , , , ,