La tradizione campanaria nel territorio di Sorisole: nuovo volume per la riscoperta della memoria locale

La Proloco di Sorisole, in collaborazione con la Federazione Campanari Bergamaschi, ha recentemente pubblicato un volume dedicato alla riscoperta della tradizione campanaria di Sorisole e delle sue zone circostanti. Si tratta della prima opera che indaga in modo profondo e attento le origini del suono delle campane nelle sue diverse forme sul territorio. La tradizione del suono delle campane manuali nel territorio di Bergamo conosce una tradizione decisamente antica. Basti pensare al famoso Campanone della Torre Civica fusi nel 1658. Ma già da prima esistevano campane pienamente attive per richiamare la popolazione con diversi segni e segnali agli eventi della comunità, fossero essi di carattere religioso o civile.

Articolo di presentazione uscito sul Bollettino Parrocchiale

Il volume indaga sulla storia delle campane di Sorisole, la loro fusione, la requisizione bellica e l’installazione delle nuove campane nel periodo del secondo dopoguerra. Ma la tradizione delle campane non è fatta solo dall’oggetto campana in senso artistico strumento di suono, ma anche dal suonatore, che accanto all’arte musicale unisce la memoria. A tale scopo, il libro raccoglie una serie di interviste ai campanari storici del paese fino alle nuove leve che hanno formato la locale scuola campanaria appartenente alla Federazione Campanari Bergamaschi. Questo processo di riscoperta ha avuto luogo a partire dall’anno 2017 con la trascrizione dei brani che erano stati registrati su nastro nel 1971 da Giuseppe Stecchetti, figlio del campanaro storico Clemente Stecchetti, uno dei più valenti suonatori di campane a tastiera che la terra bergamasca abbia conosciuto.

Presentazione uscita su L’Eco di Bergamo

Un ricco repertorio di brani condiviso con altri campanari menzionati direttamente nel volume curato da Simone Stecchetti e da Luca Fiocchi, attuale Presidente della Federazione Campanari Bergamaschi. Il libro vuole inoltre offrire una carrellata di immagini di campane campanili e dell’integrazione di questo straordinario mondo oggi è riconosciuto dalla Regione Lombardia come Patrimonio Immateriale delle Alpi. A rafforzare il valore della natura della musica per le campane si riportano inoltre alcuni esempi di trascrizioni di brani che venivano eseguiti da Clemente Stecchetti, nato nel 1903 morto nel 1974, e che costituiscono una parte importante dell’integrale repertorio locale che è stato trascritto dalla nostra associazione nel corso degli ultimi anni. Tutti coloro che fossero interessati all’acquisto del volume in attesa che si creino le condizioni per poter tenere in sicurezza un evento pubblico di presentazione, possono contattare la Pro Loco di Sorisole all’indirizzo proloco.sorisole@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *